Compagnia

 

 

 

Il TEATRO DEGLI ACERBI è una compagnia teatrale professionale che opera da oltre quindici anni sul territorio astigiano, regionale e nazionale attraverso la produzione e circuitazione di spettacoli teatrali, l’attività didattica svolta all’interno delle scuole, per gli adulti e specialistica per gli operatori del settore, l’organizzazione di eventi culturali: rassegne, festival e stagioni teatrali.

È sostenuta dalla Regione Piemonte attraverso la L.R. n.68-1980 sulle attività professionali del teatro di prosa e collabora con i principali Enti ed Istituzioni regionali quali la Fondazione Piemonte dal Vivo - Circuito Regionale Multidisciplinare, la Fondazione Casa del Teatro Ragazzi e Giovani del Piemonte e altri.

Dal 2013 è diventata una cooperativa teatrale, formata in prevalenza da artisti under 35 nei ruoli di progettisti, ideatori, attori, cantanti, performer, esecutori, promotori ed organizzatori degli interventi.

Al nucleo stabile della cooperativa si affiancano giovani artisti locali e collaborazioni con artisti e compagnie piemontesi e nazionali.

 

GALLERY

foto 01foto 02foto 03foto 04foto 05foto 06foto 07foto 08foto 09foto 10foto 01foto 02foto 03foto 04foto 05foto 06foto 07foto 08foto 09foto 10

 

Tra gli spettacoli realizzati si ricordano:

  • CANTO PER VANZETTI il sogno di un emigrato italiano (2005), scritto e diretto da Luciano Nattino, coproduzione con Asti Teatro 27 e casa degli alfieri;
  • SCARAMOUCHE (2007), scritto e diretto da Luciano Nattino, coproduzione con Asti Teatro 29 e casa degli alfieri;
  • IL MONDO DEI VINTI (2009), dall'opera di Nuto Revelli, drammaturgia di Luciano Nattino, prodotto da casa degli alfieri e Faber Teater, Asti Teatro 31 e Residenza Multidisciplinare Dal Monferrato al Po in collaborazione con Fondazione del Teatro Stabile di Torino, Sistema Teatro Torino, Fondazione Circuito Teatrale del Piemonte che è stato ospite nel luglio del 2011 del XV International Traditional-Ritual festival a Tehran in Iran;
  • DUCK VARIATIONS - Variazioni sull'anatra (2010), di David Mamet, traduzione e regia di Luciano Nattino, coproduzione con Asti Teatro 32, in esclusiva per l'Italia;
  • CESARE, LA LUNA E LA VIGNA, viaggio attraverso le opere, la vita e i luoghi letterari e reali di Cesare Pavese (2012), scritto e diretto da Luciano Nattino, coproduzione con Fondazione Cesare Pavese e Douja d'Or – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Asti;
  • PAISAN, ritratti di gente di collina (2012), a supporto della candidatura UNESCO dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato coprodotto dall'omonima Associazione, dalla Provincia di Asti e dal Faber Teater;
  • LA STORIA DEL PRINCIPE E DELL'AVIATORE (2012), regia di Andrea Borini;
  • PAROLE E SASSI, il racconto di Antigone per le nuove generazioni (2012), realizzato dal Collettivo Progetto Antigone e diretto da Letizia Quintavalla, finalista a GIOCATEATRO 2013 e vincitore del premio Eolo 2013 come miglior progetto creativo;
  • ARISTOFANE LA PACE (2012), scritto e diretto da Oscar De Summa;
  • DIO E LA MANUTENZIONE DELL'ASINA sulla Via Francigena con Géraldine (2013), scritto e diretto da Luciano Nattino (2013), coprodotto dal Festival Teatri del Sacro 2013;
  • SIAMO FATTI DI STELLE omaggio a Margherita Hack (2014), scritto e diretto da Patrizia Camatel;
  • ZUPPA DI LATTE Ueiting for Carlin (2014), dall'omonimo libro di Carlo Petrini, fondatore dell'Associazione Slow Food, con il patrocinio della Condotta Slow Food Monferrato Astigiano e Colline Alfieri;
  • Luis Sepùlveda: STORIA DI UNA LUMACA CHE SCOPRÌ L'IMPORTANZA DELLA LENTEZZA (2015), dall'omonimo libro, adattamento e regia di Fabio Fassio;
  • TRIANGOLI ROSSI (2015), regia di Dario Cirelli, coproduzione con ISRAT - Istituto per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea in Provincia di Asti (2015).

Nel 2016 ha debuttato con il nuovo spettacolo WILD WEST SHOW, regia di Elvira Frosini e Daniele Timpano.

 

Ha partecipato, oltre che a stagioni e rassegne teatrali, a festival quali Asti Teatro, I Teatri del Sacro a Lucca, L'ultima luna d'estate, Teatro e Colline a Calamandrana, il Festival della Narrazione a Mariano Comense, Il Sacro attraverso l'ordinario a Torino, l'International Traditional-Ritual festival in Iran, il LongLake Festival a Lugano, Le Terre Traverse a Fiorenzuola d'Arda, il Festival della Biodiversità a Milano, Teatri di confine, Filo d’ Arianna Festival e altri.

Per il teatro ragazzi è stata ospite a Giocateatro a Torino e del Festival Enfanthéâtre ad Aosta.

PAROLE E SASSI, il racconto di Antigone per le nuove generazioni, realizzato dal Collettivo Progetto Antigone e diretto da Letizia Quintavalla, ha vinto il premio Eolo 2013 come miglior progetto creativo.

 

Progetta, dirige e organizza svariate stagioni, rassegne, festival ed eventi teatrali sul territorio astigiano.

Tra questi la MEZZA STAGIONE, stagione del Teatro Municipale del Costigliole d’Asti (dal 2004), la rassegna itinerante LA RUOTA DEL MULINO nei paesi della Comunità Collinare Val Tiglione e dintorni (8 edizioni), il Festival PAESAGGI E OLTRE per la Comunità Collinare tra Langa e Monferrato (dal 2011, con l'Associazione Arte & Tecnica) , il Premio Letterario E.OTTAVIANO per il Comune di Rocca d'Arazzo (dal 2012 al 2015), la rassegna LE SFIDE DELLA FEDE per il Progetto Culturale della Diocesi di Asti e l'Istituto Oblati di San Giuseppe (dal 2013).

Ha collaborato con il Festival Internazionale di Teatro di Figura "Burattinarte" (dal 2008 al 2011).

Dal 2011 il progetto territoriale avviato negli anni precedenti sul territorio del sud astigiano (riconosciuto dalla Regione Piemonte), ha trovato la sua concretizzazione nella “Residenza Multidisciplinare Astesana”.

Si tratta di un grande progetto culturale territoriale che riunisce tre Comunità Collinari adiacenti (“tra Langa e Monferrato”, “Val Tiglione e dintorni”, “Vigne & Vini”) e 31 Comuni.

Nel 2015 è stata realizzata la rassegna TEATRO IN TERRA ASTESANA, un anno di spettacoli ad Asti e nei Comuni della Provincia, un progetto realizzato, tra gli altri, con il sostegno della Provincia di Asti e nell'ambito di "La provincia di Asti: Patrimonio di Cultura".

 

Dal 2012 ha avuto in affidamento dal Comune di Asti una sala teatrale, la “Casa del Teatro Asti”, spazio alla sperimentazione contemporanea, alla contaminazione, alle nuove generazioni. Un "luogo della fiducia e della curiosità”.

 

Progetta nel 2014 "Culture in terra Astesana - smart culture project per un territorio", selezionato nell'ambito del Bando "fUNDER35 - Il fondo per l'impresa culturale giovanile" promosso da 10 fondazioni di origine bancaria e nato in seno alla Commissione per le Attività e i Beni Culturali dell’Acri.

 

La compagnia ha maturato molte esperienze in progetti riguardanti soprattutto il mondo giovanile e da anni si occupa di formazione teatrale, sia per avvicinare i giovani al mondo del teatro, sia per la consapevolezza acquisita rispetto alle finalità pedagogico-educative che il teatro può avere soprattutto tra i più giovani. In tal senso il teatro è divenuto strumento cardine di una promozione culturale tra i più giovani su tematiche come la valorizzazione del territorio, del suo patrimonio storico, sociale, artistico, ambientale ed etnografico.

Un percorso artistico legato al territorio di appartenenza ma soprattutto ai suoi abitanti.

Svolge da anni attività formativa sul territorio astigiano, con laboratori di propedeutica teatrale nelle scuole primarie e secondarie, corsi di teatro, attività estive per gli adolescenti.

Ha realizzato progetti didattici per la Regione Piemonte, vincitori di bandi per i settori Politiche sociali e politiche sulla famiglia e Pari opportunità:

- sulla tematica del fenomeno del bullismo nelle scuole (2006-2007);

- sull'integrazione delle differenze (2009);

- sul conoscersi e conoscere (2010);

- sulla diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro (2012-2013).

Dal 2013 dirige e organizza per conto del Comune di Asti il cartellone di spettacoli del TEATRO SCUOLA @N.E.T. – AT Nuove Esperienze Teatrali per tutti i cicli didattici, in collaborazione con la Fondazione TRG – Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte.

 

sede legale: Via XX Settembre, 126 - 14100 Asti
ufficio: via Brofferio, 99 - 14100 Asti
tel. e fax 0141 321402      P.IVA 01539270056

Newsletter

Assicurati di non perdere avvenimenti interessanti iscrivendoti alla nostra newsletter

 

Copyright © 2016 Teatro degli Acerbi. Tutti i diritti riservati.